Ginecomastia: il seno maschile

La ginecomastia è una condizione caratterizzata dallo sviluppo delle mammelle nell’uomo. È normale che durante la pubertà si assista ad uno sviluppo della ghiandola mammaria anche nell’uomo ma, dopo breve tempo, questa si atrofizza. Se l’atrofia non interviene, si ha un aumento di volume che non comporta conseguenze se non di tipo psicologico. Una simile condizione si verifica anche in caso di assunzione di particolari ormoni o quando il fegato non è in grado di eliminare efficacemente gli ormoni femminili in eccesso. In questi casi si parla di ginecomastia vera.

Pseudo ginecomastia:

In altri casi è un accumulo di tessuto adiposo nella zona mammaria a determinare questo aumento di volume, questa condizione si definisce ginecomastia falsa o lipomastia.

Chirurgia estetica: ginecomastia

In entrambi i casi, per evitare i problemi psicologici, si può ricorrere alla chirurgia estetica. L’operazione è simile sia in caso di ginecomastia vera che falsa, condizioni che a volte si presentano contemporaneamente. In caso non si voglia intervenire chirurgicamente è utile l’uso del reggiseno, soprattutto nel caso di ginecomastia evidente (coppa c): i modelli sportivi sono molto diffusi tra chi opera questa scelta, ma molti prediligono reggiseni più comodi per l’uso quotidiano, come modelli intimi senza cuciture, che possano essere facilmente nascosti sotto gli altri indumenti.

Generalmente si è soliti parlare più specificatamente di macro-ginecomastia quando la patologia assume forme più evidenti, essa è identificabile con un semplice metodo di misurazione: se la misura sopra il seno è maggiore di 5 centimetri della misura del sotto seno (dalla coppa b in poi se si guarda il corrispondente sistema di misura per il reggiseno) il soggetto non solo è affetto da ginecomastia ma si può parlare di macro-ginecomastia e cioè di un seno marcatamente abbozzato.

Risultato

La correzione del seno maschile – eseguita attraverso la liposuzione nel caso di accumulo adiposo oppure attraverso la rimozione chirurgica della ghiandola mammaria anomalamente sviluppata – è da ritenersi definitiva. In entrambi i casi non si potrà riformare perché il tessuto interessato è stato rimosso in maniera radicale.

Ginecomastia foto prima dopo