Lifting del viso: quando è consigliato?

Il lifting del viso è l’intervento più importante di chirurgia estetica per quanto riguarda il ringiovanimento del viso. La procedura comporta la rimozione della pelle in eccesso e la “sistemazione” delle altre strutture anatomiche in posizione più elevata e “giovane”. Lift in inglese vuol dire sollevare  ed è questo quello che la procedura fa: Solleva il viso rilassato e ceduto.

Chi deve sottoporsi al lifting del viso? In primo luogo è fondamentale che il pazienti individui nell’inestetismo una fonte di disagio psicologico e che ritenga che il risultato ottenibile con il lifting possa migliorare la propria autostima e soddisfazione personale.

Le indicazioni mediche al lifting sono costituite dall’ invecchiamento del viso e del collo. Non è ragionevole indicare un’età anagrafica adeguata per sottoporsi al lifting. Si tratta principalmente di una circostanza legata alla psiche. Il paziente ad un certo punto ritiene di essere psicologicamente più giovane di quanto esteticamente dimostra. Soffre per questa differenza e quindi richiede al chirurgo estetico di migliorare la situazione.

Ovviamente prima di procedere con l’intervento, il chirurgo plastico dovrà valutare se il paziente candidato ha delle motivazioi valide e delle aspettative realistiche.

L’intervento al viso può comprendere tutto il viso o solo un distretto facciale (mini lifting).